Con Bucolico, per lo sviluppo della cultura di impresa

Bucolico è una partnership strategica KA204 (Educazione degli adulti) coo-finanziata dal programma Erasmus+ dell’Unione Europea avente come scopo il potenziamento digitale e imprenditoriale dei residenti delle aree socio-economicamente e geograficamente periferiche.

I beneficiari primari sono i giovani adulti (18-29), seguono gli adulti maturi (30-64) e infine i senior (oltre i 65), selezionati in aree rurali campione di Italia, Spagna, Grecia, Belgio e Polonia.

La Tenuta Cirrincione aderisce in qualità di impresa virtuosa all’interno del prodotto intellettuale 2 afferente allo sviluppo della cultura di impresa (Curriculum di cultura imprenditoriale giovanile).

***********************

INTRODUZIONE
Tell us a bit about your business, no-profit initiative

La società agricola TENUTA CIRRINCIONE nasce nel 2012 su iniziativa dei fratelli Cirrincione, Salvatore, Mariangela e Alfonsa, compatti nella decisione di dare un nuovo corso all’azienda di famiglia, ciascuno con il proprio bagaglio di esperienze a saperi:

[…].

SUSTAINABILITY
How does your business/initiative foster social sustainability? How does it treat more fairly its employees/associates on one side, and its customers/users than competitors?

In fatto di sostenibilità ecologica, l’azienda si attiene con rigore alle regole delle coltivazione in biologico: “Siamo convinti che l’agricoltura biologica non sia un portato della modernità, ma sia scritta nel codice naturale e nella storia dell’uomo che produce il cibo migliore per sé e per i suoi figli. È un atto di riscoperta” scrivono sul sito aziendale. “Il metodo, riletto e interpretato in chiave moderna,– si legge ancora – passa per l’uso di risorse rinnovabili, per la fertilizzazione naturale, per l’adozione di tecniche di lavorazione che migliorano la struttura del terreno in armonia con i cicli naturali, per l’uso di semi non modificati con la predilezione delle varietà antiche, per lavorazioni che salvaguardano al massimo la genuinità dei prodotti e molto altro ancora”.

Il percorso di conversione, tuttavia, è lungo e gravoso: “É bene sottolineare – spiega Mariangela – che le aziende oggi vivono profonde crisi di liquidità e la conversione prevede, invece, un investimento iniziale che vede i suoi frutti ‘in differita’. É stata una scommessa”.

Come garantire, dunque, la sostenibilità economica dell’azienda?
I fratelli Cirrincione, dal 2020, hanno provato la carta della trasformazione per evitare di “essere schiavi del tempo e del prezzo, in un settore ove si è soggetti a molti alee, prime fra tutte, quelle climatiche”. Anche se, “La conversione in biologico ci ha finalmente permesso di vendere il fresco entro logiche di mercato più accettabili, anche se il settore ha ancora molto da migliorare” specifica Salvatore, raccontando i nodi irrisolti del settore agricolo siciliano.

Hanno, inoltre, coniugato la sostenibilità economica a quella sociale, combinando il loro apporto nella struttura di famiglia con quello di tanti collaboratori e professionisti: “La nostra azienda non esisterebbe senza il supporto qualificato del nostro agronomo e dei nostri consulenti che ci seguono con professionalità, pazienza e competenza”.

TRADITION AND INNOVATION
Does it draw on a traditional idea? Which one?

In azienda, spiega Salvatore, “operiamo tradizionalmente, nel settore più tradizionale in assoluto”, puntando alla riscoperta delle varietà antiche, come le pere coscia, rivisitando metodi quasi dimenticati, ma noti ai nostri avi, per fare “il nuovo che é l’antico codice naturale che ritorna”, aggiunge Mariangela.

How did you add technological, social and process innovation to that tradition?
“Abbiamo coniugato la tradizione con l’innovazione in molti modi. Dal packaging sostenibile fatto a mano in edizioni limitate utilizzando la stoffa in varie fantasie sempre molto gradite, alle etichette d’autore inspirate ai ricami siciliani, input questo ben interpretato dalla nostra disegnatrice Daniela De Vita” spiega Alfonsa che si occupa con dedizione della comunicazione aziendale e della parte commerciale. “Puntiamo a veicolare una immagine non stantìa del Sud, rifiutando le scontate rappresentazioni. La Sicilia è molto di più”.

Innovazione sì, ma applicata con intelligenza e senza retrocedere:
“Ci siamo resi conto che per la commercializzazione di un prodotto così intensamente culturale, la vendita diretta sostenuta dallo storytelling rende di più di un freddo e-shop che, stiamo, al momento, evitando. In secondo luogo, abbiamo avviato azioni sinergiche di co-marketing, abbinando le nostre conserve ad altri prodotti del territorio alimentari e non” sottolineano le sorelle Cirrincione.

L’azienda è presente nel capoluogo in due punti vendita rivenditori e, grazie ad una qualificatissima azienda di spedizioni, vende in tutta Italia e nei principali Paesi europei.

LANDSCAPE
How does it preserve the integrity of the environment and landscape?

“Il nostro obiettivo è realizzare una produzione che rispetti la natura e l’uomo, ritornando alla tradizione del metodo biologico e valorizzando l’enorme patrimonio culturale del Mediterraneo che al meglio si esprime nel cibo”, ma non solo.

TENUTA CIRRINCIONE crede nella tutela del paesaggio rurale ed ha in programma di rifunzionalizzare le trazzere che attraversano la proprietà per farle diventare le arterie su cui narrare ai visitatori la storia e le caratteristiche delle “metropoli vegetali” siciliane.
I nuovi impianti aziendali seguono questo disegno, insieme a quello di prevenzione del dissesto idrogeologico, piaga di buona parte del territorio siciliano.

VALUES AND STANDARDS
Does it abide by a set of values and/or a quality standard? Which one(s)?

TENUTA CIRRINCIONE aderisce a Simenza – Cumpagnìa Siciliana Sementi Contadine, una associazione che guida più di cento aziende nella gestione di biodiversità, filiere corte, agricoltura rigenerativa e distribuzione sostenibile.

SCALABILITY AND RESILIENCE
Is your business scalable? Do you wish to scale it up?

“Puntiamo alla scalabiltà qualitativa. Vogliamo esagerare con l’artigianale, mettendo tantissimo valore nei nostri prodotti” precisa Alfonsa. “Per il futuro, Puntiamo ad aumentare la diversificazione colturale in linea con le indicazioni comunitarie della Politica Agricola Comune, puntando a produzioni di nicchia”.

How should a start-upper facing the 2007 or the 2020 crisis resist and push his/her business/initiative forward?

“Non lo sappiamo ancora. Essendo partiti da zero, abbiamo vissuto e viviamo tutto con gratitudine. La nostra esperienza non è un unicum: c’è chi fa prima di noi e meglio di noi quanto abbiamo iniziato. Tutte le realtà virtuose sono per noi preziosi esempi, anche se abbiamo ovviamente rimodellato la formula imprenditoriale su profili di novità ed originalità per rendere al meglio quella che è la nostra idea di agricoltura e di cibo. Il fatto che ci apprezzino ci ripaga e ci rende grati” conclude Mariangela.

La scheda completa qui: def-BUCOLICO-Italy-Case Study16-TenuteCirrincione

Condividi:

Spread the word. Share this post!

About the author

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *